A passeggio tra storia, casette colorate e mercatini d’ambra: Danzica

Ti accompagno a scoprire le attrazioni e le attività nella principale città del nord della Polonia. Ecco cosa non devi perderti.


Ero di rientro da un weekend a Porto (leggi qui l’articolo) e con ancora negli occhi e nella mente i mille colori della città portoghese, che pensai a quale sarebbe stata la mia prossima meta. Seduto al gate in attesa di imbarcarmi consultai la mia bucket list e il primo sguardo fu per Gdansk, che avevo appuntato ormai da diverso tempo, dopo che alcuni amici polacchi me ne avevano parlato con entusiasmo. Un rapido check sui siti di ricerca voli e prima ancora di imbarcarmi per rientrare da Porto avevo già prenotato il volo per Danzica, andata con Ryanair e ritorno con Wizzair.

Se ti stai chiedendo dove si trova Danzica, come si raggiunge e altre informazioni generali ti consiglio di legger prima quest’altro mio articolo cliccando qui. Se invece vuoi scoprire subito quali sono le principali attrazioni e attività della città polacca, continua a leggere questo articolo, te lo racconto.

COSA NON PERDERSI

Le attrazioni non mancano e spaziano dal semplice camminare per i vicoli del centro storico (Glowne Miasto in polacco) ammirandone la caratteristica architettura, un mix tra gotico e rinascimentale, alla visita dei musei che custodiscono il patrimonio artistico e culturale del paese. E tra una mostra e una passeggiata rilassarsi e ristorarsi in uno dei tanti tipici localini che costeggiano la Motlawa, adibiti a pub o ristorante. Ecco una mia personale selezione conclusa in due giorni pieni e qualche suggerimento.


articoli recenti


Dalla Porta d’Oro alla Porta Verde – La Via Reale

Percorrere a piedi (è zona pedonale) il tratto compreso tra le due porte è il metodo che consiglio per approcciare Danzica. Oltre ad essere una ricorrenza del tempo libero per gli abitanti locali, è un ottimo modo per ammirare la lunga distesa dei tipici edifici colorati che fa da contorno alla via pedonale Ulica Dluga. In questo tratto inoltre incontrerai diversi punti di interesse, tra cui la Fontana del Nettuno (Neptune Fountain), il Palazzo del Municipio (Gdansk Town Hall) con la sua torre e la Corte di Artù, ma dei quali ti parlerò nei prossimi paragrafi. Ulica Dluga è l’antica Via Reale (Trakt Krowlesk in polacco), perché ai tempi percorsa dai reali per raggiungere la città accedendo dalla Porta d’Oro (Zlota Brama).

Fontana del Nettuno, Municipio e Corte di Artù

Nella parte di Ulica Dluga adiacente alla Porta Verde (Zielona Brama) sono concentrate diverse bellezze storiche e architettoniche chi ti accennavo precedentemente. Dlugi Targ (letteralmente Piazza del Mercato) ospita infatti la Fontana del Nettuno, simbolo della potenza marittima di Gdansk, il Palazzo del Municipio con la sua alta e sottile torre, sede attuale del Museo Civico, e la Corte di Artù che ospita il Museo di Storia Locale. Quest’ultimo è uno tra gli edifici più caratteristici della città; un tempo era luogo d’incontro di benestanti commercianti e nobili della comunità di Gdansk.


Albero del Millennio

Non lontano dalla Piazza del Mercato, noterai una piccola scultura di metallo, rappresentante un albero. Di per sé la struttura non è niente di particolare, ma possiede un valore simbolico per la città e i suoi abitanti; l’ Albero del Millennio fu infatti eretto nel 1997 in commemorazione dei 1000 anni di Danzica.

Chiesa di Santa Maria e Chiesa di Santa Caterina

La Polonia è un paese Cattolico molto credente e nel tempo ha preservato con cura i suoi luoghi di culto. Se siete degli appassionati, a Danzica avrete di che gioire, considerando che presenta la Chiesa in mattoni più grande della Polonia e si dice anche del mondo: la Chiesa di Santa Maria può contenere circa a 20/25 mila fedeli.

Ulica Mariacka

Danzica è la capitale mondiale del commercio di ambra, resina fossile con la quale sapienti artigiani creano gioielli e vere e propri oggetti artistici artigianali. Passeggiando in Mariacka Street (Ulica in polacco) potrai visitare i tanti negozietti e bancarelle che vendono prodotti creati con ambra e respirare un’aria di altri tempi, di mercanti e artisti artigiani. La via è centralissima e collega la Chiesa di Santa Maria al lungo fiume della Motlawa.


Potrebbe interessarti anche l’articolo: Danzica, idea per un weekend colorato


La Torre del Municipio

Sono sempre affascinato dalle visuali dall’alto e dai panorami “a perdita d’occhio”. Non potevo quindi sottrarmi dal cercare la miglior visuale della città dall’alto anche qui. La vista dalla cima della Torre del Municipio ha vinto la sfida con il campanile della Chiesa di Santa Maria, decisamente più affollato e meno spazioso. Il costo della salita è di soli 5 ZLT (poco più di 1€), e nelle giornate limpide l’occhio arriva fino al Mar Baltico.

Il Museo dell’ambra

Se sei appassionato di artigianato e vuoi scoprire di più sull’ambra, ti consiglio di visitarne il Museo che si trova all’interno della torre antecedente la Porta d’Oro. Oltre a tante curiosità legate a questa materia, sono presenti diversi articoli affascinanti creati con la preziosa resina che si deposita sulle spiagge del Mar Baltico e viene poi raccolta e lavorata dagli abitanti locali.



Il mercato coperto

Per conoscere la quotidianità di un luogo e incontrarne gli abitanti è ovunque buona norma visitarne i mercati. Il mercato coperto di Danzica ti stupirà, oltre che per le sue bancarelle di alimenti ed abbigliamento, anche per la presenza dei resti dell’antica Chiesa di San Nicola, risalente al XII secolo.


Una gita a Sopot

Se hai a disposizione qualche giorno in più del semplice weekend, in stagione estiva, potrete raggiungere Sopot, località di villeggiature degli abitanti del posto. Qui è presente una lunga spiaggia di sabbia e i più temerari (le temperature dell’acqua non sono certo quelle dei Caraibi), oltre a prendere il sole, potranno farsi un tuffo in mare.

Campo di concentramento di Stutthof

A circa 40 km da Danzica potrai far visita al campo di concentramento di Stutthof, uno dei primi aperti in Polonia e l’ultimo ad essere liberato. Si trova nell’omonima città di Stutthof (in polacco Sztutowo). E’ un’esperienza toccante che consiglio di fare una volta nella vita. Si organizzano comodi tour privati partenti da Danzica che puoi prenotare dall’Italia direttamente a questo link.

La cucina polacca

La cucina è una delle principali espressioni di un paese, e ne racconta tradizioni e territorio. Amo molto la cucina polacca, non solo per i famosissimi Pierogi, mega ravioli ripieni di carne o verdure o patate e serviti fritti (saltati) o bolliti, ma soprattutto per le loro zuppe. La mia preferita è la Zurek (clear soup in inglese), zuppa di segale preparata con patate, salsiccia, uovo e aromi.

DOVE SOGGIORNARE

Gdansk si sta affacciando negli ultimi anni al turismo internazionale, aumentando costantemente l’offerta di servizi comprese le strutture ricettive. Non avrai difficoltà a trovare il miglior alloggio in base alle tue esigenze sui soliti motori di ricerca, che sia un hotel, un appartamento o un b&b. L’unico consiglio che sento di darti è di scegliere una struttura centrale (area di Stare Miasto); ti permetterà di visitare comodamente il centro senza utilizzare mezzi pubblici.

DOVE MANGIARE

Ho tanti amici stranieri e una particolarità che ci riconoscono (tra le tante) è che in Italia “mangiamo sempre!!!” (come spesso mi dicono), per sottolineare la quantità di ristoranti, osterie, taverne e piccoli locali con cucina presenti nel nostro paese. Direi che i polacchi ci fanno abbastanza concorrenza (in quantità di locali mi riferisco). Danzica, come altri centri storici polacchi, conta un numero impressionante di locali suggestivi pronti a prepararti qualche piatto della tradizione locale e non a qualsiasi ora. I più turistici e suggestivi, ma che mantengono abbastanza fede alle tradizioni culinarie polacche, li trovi lungo la Motlawa (Rybackie Pobrzeże). Ma se hai la pazienza di curiosare tra i vicoli del centro storico, scoprirai locali pittoreschi ricavati dalle cantine di vecchi edifici, ammodernati ed adibiti a ristorantini e taverne.

Questi erano i miei personali suggerimenti delle principali attrazioni di Danzica, città di cui conservo un piacevole ricordo. Spero possano esserti utili per la tua futura visita. Se così, lasciami un like e condividilo con i tuoi amici, e non dimenticarti di rimanere aggiornato sui prossimi articoli, iscrivendoti alla newsletter in fondo alla pagina.

Buon Viaggio!!!



Un pensiero su “A passeggio tra storia, casette colorate e mercatini d’ambra: Danzica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...