Le Marche: tra mare e montagna una regione da scoprire

Girovagando per le sue terre, ho scoperto luoghi fiabeschi, parchi naturali, mari limpidi e persone stupende

Quali sono i criteri che usate per scegliere il vostro prossimo viaggio o semplicemente la vacanza per l’estate successiva? Facilità nel raggiungerla, costo della vita, quantità di attrazioni, clima…? Certamente sono tutti fattori che prendo in considerazione e valuto con attenzione in una seconda fase, ma inizialmente mi faccio guidare dalla curiosità. Ho una “bucket list” sempre con me in continuo aggiornamento sulla quale prendo nota delle idee che sento e vedo nella vita di tutti i giorni e che mi destano curiosità. Successivamente raccolgo informazioni sommarie delle mete appuntate e se la curiosità permane mantengo la nota, altrimenti la depenno. Sarà che sono curioso di natura, ma non vi nascondo che la mia “bucket list” è sempre in crescita nonostante i numerosi viaggi. Sopravviverò a tutto ciò, ne sono certo.

Anche il viaggio di quasi una settimana nelle Marche è nato dalla curiosità; non pensavo a questa regione fino a quando non vidi su Instagram alcune foto e in particolare quelle pubblicate dal profilo del Luna Bianca B&B di Veronica e Rossana, a Senigallia. Mi persi ad ammirare dei loro video di alcuni paesaggi collinari nell’entroterra marchigiano…fu subito amore!!! Distese armoniose di grano dorato alternate a verdi vitigni e a gialli campi di girasole. Seguirono diversi messaggi con Veronica, che mi invitò a scoprire la sua regione, raccontandomela con passione e sapienza. I suoi racconti mi convinsero nell’immediato, e quando mi mostrò la meraviglia e la pace del b&b che gestisce insieme alla mamma Rossana, avevo già prenotato la mia vacanza.

guarda la gallery completa

DOVE SOGGIORNARE

Il Luna Bianca B&B era proprio il posto di cui avevo bisogno dopo mesi di lavoro; immerso tra le colline marchigiane, a due passi da Senigallia, è una piccola villa con poche camere curate nei minimi dettagli da Rossana, che ha saputo unire eleganza e praticità nel progettarlo e renderlo realtà. Il bianco, ovviamente colore predominante, da una sensazione di rilassamento, di pace interiore e di tempi che scorrono lenti, per godersi ogni secondo della permanenza. Ci si dimentica all’istante del caos metropolitano in cui siamo immersi ogni giorno lavorativo. Ricordo ancora con piacere, al rientro di ogni mia giornata, i momenti passati seduti in giardino a chiacchierare con Veronica in compagnia di Grisu e Dafne (cane e gatto di casa), sorseggiando una bibita fresca. Il sole salutava la giornata trascorsa imbrunendo il paesaggio, l’erba fresca del giardino sotto i piedi nudi e il canto degli uccellini come unico sottofondo. Cosa desiderare di più per rilassarsi dopo una giornata alla scoperta del territorio?

In compagnia di Rossana, Veronica, Dafne e Grisu

guarda la gallery completa

COSA VEDERE

Mi feci guidare da Veronica nella scelta delle mie tappe, che non poteva essere miglior consigliera. Profonda conoscitrice del territorio e delle sue tradizioni, mi prese virtualmente per mano e mi indirizzò a scoprire le principali meraviglie della zona. Lunghe camminate nella natura incontaminata, paesaggi mozzafiato di quelli visti nelle cartoline, mare limpido, fiabeschi borghi sospesi nel tempo, grotte naturali e luoghi pittoreschi ricchi di storia. Ce n’è veramente per tutti i gusti. Ecco una breve lista delle cose che non dovreste assolutamente perdervi.

PARCO DEL MONTE CONERO E MARE

Dedicai il primo giorno della mia vacanza alla zona del Conero, famosa soprattutto per il suo mare, uno dei più belli dell’Adriatico, ma non solo. Decisi quindi di suddividere la giornata in due parti: un’escursione mattutina al Monte Conero per la prima, tra sentieri immersi nella natura, boschi di tipica macchia mediterranea e strapiombi da togliere il fiato, e il meritato relax pomeridiano nella spiaggia “Sassi Neri” di Sirolo fino a sera. Che emozione, dalla spiaggia, ripercorrere con gli occhi il percorso battuto al mattino sul Monte Conero, che svetta imponente alle spalle del litorale.

guarda la gallery completa

I NOVE CASTELLI IN ARIA DI ARCEVIA e CORINALDO

Dopo la giornata di camminata e mare, Veronica mi suggerì di visitare l’entroterra collinare; più precisamente Arcevia e i suoi “castelli in aria”. Solo il nome stimolò subito la mia curiosità di scoprirli. Non ne avevo mai sentito parlare prima di questa vacanza; si tratta di ben nove piccoli borghi medioevali arroccati su alture diverse per difendersi dagli attacchi nemici del tempo. Sono tutti molto piccini e caratterizzati da mura difensive. Alcuni hanno poche decine di abitanti e sembrano sospesi nel tempo che fu. Precisamente sono Avacelli, Castiglioni, Caudino, Loretello, Montale, Nidastore, Piticchio, Palazzo e San Pietro in Musio. Ma ve ne parlerò meglio in un articolo futuro, dedicato solo a loro.

GROTTE DI FRASASSI E TEMPIO DI VALADIER

Questa meta merita una giornata intera, dal mattino presto. Fu così che il terzo giorno lasciai il Luna Bianca di buon ora in direzione Grotte di Frasassi. Anche questa meraviglia merita un articolo singolo, ma vi anticipo che il complesso sotterraneo è formato da una serie di grotte naturali di origine carsica, e la più grande potrebbe contenere il Duomo di Milano per intero. Sicuramente una tappa da non perdersi. Il mio consiglio, oltre la visita guidata al complesso di grotte sotterranee (link sito web ufficiale), è di passeggiare lungo la strada (in parte dotata di marciapiede) che attraversa il Canyon del fiume Sentino, ammirandone i paesaggi. E se non temete le salite, visitate il Tempio di Valadier, un piccolo santuario a pianta ottagonale, incastonato nella roccia. Si respira un’atmosfera da altri tempi.

guarda la gallery completa

CORINALDO

Una sera decisi di trascorrere del tempo a Corinaldo, arrivando nel piccolo comune “palcoscenico” nel tardo pomeriggio. Corinaldo è un tipico borgo medioevale in provincia di Ancona, città natale di Santa Maria Goretti e famoso per essere il “paese dei matti”. All’ingresso dalle sue mura, che la circondano per quasi un chilometro, mi attese una lunga scalinata in pietra che accompagna al punto più alto del piccolo borgo. Si tratta della famosa scalinata di Corinaldo con il suo Pozzo della Polenta, del quale si raccontano diverse leggende. Questo è sicuramente il punto più fotografato del borgo, ma non dimenticate di visitare il resto del centro storico medievale, i suoi edifici religiosi, le sue belle piazze, salire sui torrioni delle mura e godersi un drink al tramonto.

SENIGALLIA

Ormai diventati amici con Veronica e Rossana, l’ultima sera decidemmo di cenare insieme a Senigallia, presso l’ Antica Macelleria Canestrari, al Foro Annonario. Dopo aver assaggiato diverse leccornie del territorio, una passeggiata per il grazioso centro di Senigallia fu perfetta per scoprire una città di mare che mantiene salde le sue tradizioni storiche, mantenendo un animo giovane e vivace. Oltre alla sua famosa e lunghissima “spiaggia di velluto”, Senigallia offre al turista numerose attrazioni ed edifici storici. La famosa e caratteristica Rotonda a Mare, sede di diversi eventi, La Rocca, edificio fortezza inizialmente e abitazione nel tempo di diverse famiglie signorili in periodo più recenti. E ancora la Fontana dei Leoni, Palazzo del Duca, il Foro Annonario col suo mercato quotidiano di frutta, verdura e pesce, e per finire le tante mostre ed eventi sia permanenti che tipiche del periodo estivo. Una tappa che vi consiglio di gustare in tranquillità, dedicandoci una giornata per i più curiosi, o più semplicemente una serata in compagnia.

guarda la gallery completa

Queste sono solo alcune delle attrazioni e attività che potrete fare durante una vacanza nelle Marche; una regione a mio avviso non sufficientemente conosciuta, che si presta ad un turismo di qualità, e che nulla ha da invidiare a tante altre regioni italiane più famose. Fin dal mio arrivo, sono stato accolto, oltre che da un paesaggio indimenticabile, dalla gentilezza e ospitalità delle persone che ho incontrato. Potrei scrivere pagine di questi giorni e in parte lo farò con altri articoli più specifici. Per ora ringrazio Veronica e Rossana, che oltre ad ospitarmi nel loro Luna Bianca b&b, mi hanno indirizzato alla scoperta del loro fantastico territorio.

Se questo articolo vi è piaciuto non dimenticate di farmelo sapere lasciando un like o un commento, condividendolo con i vostri amici e raccontandomi la vostra esperienza.

Buon Viaggio!!!

15 pensieri riguardo “Le Marche: tra mare e montagna una regione da scoprire

  1. Nelle Marche ho trascorso alcune estati da bambine perciò associo dolci ricordi a questa regione!

    Piace a 1 persona

  2. Sara Chandana 19 luglio 2019 — 17:38

    Le Marche sono la mia seconda casa perché una parte della mia famiglia di sangue è lì, ci vado fin da bambina. Non smetterei mai di esplorare questa regione che continua a sorprendermi dopo 40 anni!

    Piace a 1 persona

  3. Ad essere sincera non sono mai stata nelle Marche ma con questa guida mi hai decisamente convinta a rimediare al più presto! Sono sicura che le grotte di Frassassi, in particolare, mi piacerebbero tantissimo!

    Piace a 1 persona

    1. La visita guidata è molto interessante, ricca di aspetti storici raccontati con sapienza ☺️

      Mi piace

  4. Bellissimi posti! Grazie mille dei consigli sono molto utili per scoprire questa bellissima regione.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie, sono felice di averti trasmesso le sensazioni positive che ho provato 🤗

      Mi piace

  5. Leggendo questo articolo mi è tornato alla mente il ricordo di un viaggio fatto anni e anni fa nelle Marche, con la mia famiglia quando ancora ero bambina. Ho qualche vago ricordo delle Grotte di Frasassi.
    Ora sono anni che non considero le Marche tra le mie opzioni di viaggio e mi sa che sbaglio… vedendo le tue foto mi hai fatto venire molta voglia di partire.
    Bellissimo il Tempio di Valadier, sembra un vero gioiellino!
    Ottimo anche il suggerimento del B&B Luna Bianca, sicuramente lo terrò in considerazione!

    Piace a 1 persona

  6. Che bello leggere delle Marche. Ci sono stata alcune volte, ma a dire non posso dire di conoscerla bene. E si che ha molte cose da offrire, paesaggi stupendi e che dire poi della tua scelta del B&B. Metto in lista per il prossimo rientro in italia

    Piace a 1 persona

    1. Bene sono felice ti sia piaciuto 😀

      Mi piace

  7. lakifebloglakife 18 luglio 2019 — 21:52

    Mi hanno sempre detto di andare nelle marche che sono un piccolo tesoro.. mamma mia a guardare le tue foto e a leggere l’articolo mi chiedo cosa stia ancora aspettando 😉 Che posti magnifici!!! Bello anche il B&B.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille!!! Ti consiglio di ascoltare chi ti ha consigliato di andarci, non ne rimarrai pentita!!! ☺️🌻

      Mi piace

  8. lisatrevaligie 18 luglio 2019 — 19:21

    Sai che non ho mai preso in considerazione le marche come meta di viaggio!? Eppure guarda qui che meraviglia. Devo assolutamente organizzare un road tour tra questi campi di grano e vedere questi borghi così accoglienti! Bello anche il B&b da te suggerito.

    Piace a 1 persona

    1. Si presta molto ad un bel road tour!!! E le persone sono molto ospitali ☺️

      Mi piace

  9. Ah non vedo l’ora!! Grazieee

    Piace a 1 persona

    1. Grazie a te Alessia, spero l’articolo ti sia utile per la tua prossima vacanza ☺️🙏🏻

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close